Articolo di Valentina Malinverni Il riferimento agli stili di leadership, chiaramente espresso nei contributi relativi all’approccio basato sul comportamento, diviene centrale negli studi degli anni Cinquanta e Sessanta, aprendo successivamente all’approccio definito situazionale. Lo schema della leadership di Robert Tannebaum e Warren Schmidt11 è un esempio, tra i più noti, di questa tendenza: il continuum …
Read more

Articolo di Valentina Malinverni Il costrutto dell’empowerment si sviluppa tra gli anni Cinquanta e Sessanta negli Stati Uniti, all’interno degli studi politici e del linguaggio dei movimenti emancipatori e di lotta per i diritti civili, delle donne e delle minoranze, accomunati dal motto di “dare voce e potere a chi non ne ha”. In questo …
Read more

Ecco il contenuto di questo Materiale Didattico “Come Usare la Mente per Cambiare” (100 p.) a cura di Igor Vitale Indice Introduzione Capitolo 1 – Come Usare la Mente per Cambiare Come esplori il mondo esterno L’immagine mentale è fondamentale Come potenziare le immagini mentali La struttura dell’immaginazione Quando una frase può salvarti la vita …
Read more

Articolo di Laura Koelliker Jerome Bruner a partire dagli anni ’80 si è occupato delle proprietà e delle caratteristiche della narrazione facendone il centro della propria ricerca scientifica. L’autore evidenzia e individua la differenza di due livelli di realtà: 1. La realtà intesa come mondo esterno 2. La realtà della coscienza quale mondo interno. Per Bruner …
Read more

Interessante è la lettura psicosociale che dà Goffman (1969) del gioco d’azzardo. L’autore nel saggio Where the Action is parla di passione, della ricerca di azione da parte del giocatore per poter riempire o evadere momenti di noia, mancanza di senso, depressione, insoddisfazione ma anche come bisogno di rituali e pensiero magico contrapposti ad una …
Read more

Nonostante il rilevante interesse scientifico del costrutto del coping, la ricerca sulla sua valutazione è stata problematica e controversa. Sembra che siano state due le principali motivazioni che hanno portato allo sviluppo di strumenti di misurazione del coping. La prima pare essere stata la necessità di soddisfare la predilezione dei ricercatori a misurare tutto ciò …
Read more

Articolo di Laura Koelliker Attraverso le narrazioni ognuno di noi elabora le esperienze e da un significato agli eventi che vive. Nella narrazione non è centrale il rapporto tra il personaggio e l’ambiente, ma lo scavo interiore che “rivela” tutte le sfumature e del sentimento e le pulsioni dell’inconscio. Narrare è l’unico modo che ha …
Read more

Articolo di Salvia Gelsomina 1. Erotomania La sindrome di Clèrambault o erotomania è uno specifico disturbo psichiatrico comunemente associato allo stalking. Dati empirici riportano che il 10% della popolazione degli stalker sono erotomani: sono tra i meno violenti. Nel DSM-IV l’erotomania viene inserita fra i disturbi deliranti. Dal punto di vista clinico si tratta di …
Read more

– STRATEGIE PROATTIVE   Per coping proattivo si intende il coping attuato prima di incontrare potenziali eventi stressanti. Aspinwall e Taylor (1997) sostengono che l’attuazione del coping proattivo ha importanti benefici per la persona, in quanto minimizza l’ammontare complessivo di stress che il soggetto potrebbe incontrare; aumenta il numero di opzioni possibili per affrontare una …
Read more

Articolo di Salvia Gelsomina Ognuno di noi cerca di ottenere le cose che ama. La voglia di raggiungere e possedere ciò che si desidera è una spinta radicata profondamente nella natura umana: tutti noi vogliamo stabilire dei legami significativi con gli altri e con qualcuno che consideriamo speciale, e quando ciò è caratterizzato da reciprocità …
Read more